”Novecento, architetture e città del Veneto” , Università Iuav di Venezia, Cotonificio veneziano, Dorsoduro 2196, Venezia. Evento collaterale della 13° Mostra Internazionale di Architettura – la Biennale di Venezia, il progetto: Novecento, architetture e città del Veneto è il censimento delle architetture del Novecento nel Veneto. Un lavoro corale di indagine promosso dalla Regione del Veneto per la realizzazione del nuovo PTRC nel quale sono stati censiti oltre 2000 edifici e sistemi urbani. Il progetto fondato sulla consapevolezza che gli edifici sono elementi fondanti dello spazio urbano e che i manufatti realizzati dagli anni venti ai nostri giorni, hanno profondamente mutato, più che in ogni altra epoca, lo spazio, l’immagine e la struttura delle città per rispondere ai nuovi obiettivi di modernizzazione e miglioramento delle condizioni abitative.

Erik Gunnar Asplund Architettura e città a cura di Loris Dal Pos giugno 2009 Inediti in italiano, i testi contenuti in questo volume restituiscono l’impegno che l'architetto svedese, un grande protagonista dell’architettura europea del XX secolo, profuse nelle questioni e nei temi di portata urbana.

VENEZIA. «Erik Gunnar Asplund. Le radici della modernità», ovvero il più importante architetto svedese del XX secolo “torna” a Venezia, oggi dalle 9.30 a Palazzo Badoer (aula Tafuri), con un convegno internazionale. Nel corso della giornata di studi si farà il punto sugli studi dedicati al progettista della celebre Biblioteca di Stoccolma. Con l’occasione, viene pubblicato anche il secondo volume della collana «DoDo», documenti della Scuola di Dottorato dello Iuav. L’evento culturale gode del riconoscimento dell’Ambasciata Svedese, della presenza di relatori dai quattro angoli del globo e l’adesione dei Dottorati di Architettura di tutta Italia. Non a caso, dopo Venezia, il convegno vivrà la sua seconda fase proprio presso il Politecnico di Milano. L’intento dell’iniziativa è doppio. Da una parte si tratterà di portare a conoscenza del pubblico l’opera “problematica” di un grande protagonista dell’architettura europea del XX secolo, dall’altra il seminario presenterà analisi e letture che si distaccano dall’immagine che le monografie dedicate all’architetto svedese hanno veicolato. Dopo il saluto del Rettore dell’Università Iuav, Carlo Magnani, e l’introduzione del Direttore della Scuola di Dottorato, Alberto Ferlenga, aprirà la giornata di studi Luca Ortelli (Ecole Polytechnique Fédéral de Lausanne), curatore scientifico del convegno assieme a Luciano Motta. Seguiranno nel corso del convegno gli interventi di Nicholas Adams (del Vassar College, New York) e Luis Moreno Mansilla (Escuela técnica superior de arquitectura de Madrid). L’evento vedrà inoltre la partecipazione di tre studiosi svedesi: Johan Martelius e Anders Bergström della KTH School of architecture. Royal Institute of Technology, Stockholm e Eva Eriksson. Completeranno il programma Marco Biraghi, Carlo Palazzolo, Silvia Micheli e Loris Dal Pos, curatore del volume della collana DoDo intitolato Erik Gunnar Asplund.

Pubblicazione ed evento Architetti italiani under 50mostra . Milano, 5 maggio - 12 giugno 2005 La Triennale di Milano e la Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano presentano nell'ambito della Festa per l'Architettura - maggio 2005 - una grande mostra e un convegno sulle relazioni tra ricerca, formazione e progetto di architettura, in cui verranno esposte e discusse realizzazioni di architetti italiani “under 50” che si sono laureati nelle Facoltà di Architettura italiane. La mostra presenterà circa 100 progetti e sarà inaugurata al Palazzo della Triennale da un convegno in cui i delegati delle Facoltà di Architettura contribuiranno a tracciare i lineamenti dell'identità dell'architettura italiana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi